Un fatto gravissimo a Foggia

L’auto bruciata ad un medico esterno Inps a Foggia: un fatto gravissimo a cui tutta la comunità deve rispondere.

SIMPAF è vicino al medico vittima di questa grave intimidazione.

Gli atti violenti di cui i medici, in questo periodo, sono vittima richiedono una risposta forte di tutta la collettività.

In questo caso, in più, si parla di medici precari che attendono da dieci anni una stabilizzazione.

E’ profondamente ingiusto avere, nel settore medico Inps, medici di serie A, dipendenti, protetti da tutte le tutele di legge, ivi comprese quelle assicurative, e medici di serie B, gli esterni, senza nessuna tutela, pur svolgendo tutti i giorni lo stesso identico lavoro.

SIMPAF chiede, ancora una volta, che il Governo sani finalmente questa situazione, in linea con le direttive europee nella lotta al precariato.